01

Catena "department store" Only Italia in Cina

Roma 27 marzo 2014.
La notizia è finalmente di quelle buone:
entro il 2017 sarà aperta in Cina una catena di department store a base di prodotti italiani, moda, cibo, arredamento, grazie ad un accordo siglato oggi a Roma, all'Ara Pacis, tra Only Italia, piattaforma di cooperazione Italia- Cina fondata da Irene Pivetti (di cui è presidente), rappresentativa oggi di 1880 imprese nostrane, e la cinese Balletown International Holdings
Co.ltd, che fa capo al China Infrastructure Group Limited, di cui è presidente il carismatico uomo d'affari Lin Zhuoyan, noto esperto d'investimenti bancari in quotazioni aziendali e acquisizioni nel suo paese. Ma l'apertura del primo shopping Village di Balletown che ospiterà store Only Italia è prevista a breve, a ottobre a Foshan City, nella provincia di Guangdong (Cina Sud
Orientale, casualmente regione dove è nato Zhuoyan) e si svilupperà su un'area di due milioni di mq. L'accordo strategico all'ombra del Colosseo (logo di Only Italia) siglato oggi in presenza di tutti gli attori del progetto e del presidente dell'ICE Riccardo Monti, con i business man del paese del Dragone, non è altro che il risultato di due esigenze che s'incontrano. "L'export del Made in Italy in Cina è un'opportunità di crescita per le aziende italiane che vogliono espandersi all'estero" sostiene Irene Pivetti. E "la Cina - ricorda Zhang Gang, delegato in Italia di China Council for the Promotion of International Trade - è una potenza economica mondiale in forte competizione per il primo posto con gli Stati Uniti, con 1 miliardo 350 milioni di persone, 9000 miliardi di dollari di Pil e una bilancia dei pagamenti bisognosa di pareggiare i conti con l'import,
visto che di 4160 miliardi di dollari, soltanto 1990 rappresentano le importazioni. La Cina ha 'fame' - sottolinea Gang - di eccellenze italiane, di prodotti made in Italy di qualità, e attualmente è stato registrato un calo del 4,6 di prodotti italiani importati. Da parte nostra, abbiamo 36 aziende di grandi dimensioni in Italia". I department store Only Italia faranno parte dei nuovi Shopping Village progettati da Balletown, che attualmente ne ha già realizzati in 21 province cinesi: sono strutture di lusso comprensive di aree per il tempo libero, piazzette, hotel, spa centri per attività culturali e congressi. Balletown nasce dalla fusione di due società: China Infrastructure Group (che controlla diverse società quotate alla Borsa di Hong Kong) e Tewoo
Group, ed è oggi al nono posto nella classifica Fortune tra le 500 corporation internazionali. Only Italia è nata solo nel 2011, con l'obiettivo di portare i brand italiani in Cina e attrarre investimenti cinesi in Italia, promuovendo la collaborazione tra i due Paesi. L'accordo siglato oggi- riporta una nota stampa - prevede anche l'acquisizione dell'80% di Only Italia da parte di Balletown, con un investimento iniziale di 10 milioni di euro per lo sviluppo di Only Italia e del suo network di pmi in Italia.
Un brindisi finale e l'esecuzione canora di Madame Butterfly da parte di una bellissima soprano
cinese, sanciscono l'accordo.

Fonte: ANSA

Fresh News

Il Vietnam raccontato da chi ci lavora

“I vietnamiti? Tenaci, orgogliosi e ...

SEGUE

Cina seconda Economia Mondiale

La notizie era già nell'aria da tempo ...

SEGUE

Esportazioni Tessili Vietnam

Viet Nam: esportazioni tessili aumento ...

SEGUE

Aprire una catena di ristoranti in Vietnam ?

Luca Scale è co-proprietario di una ...

SEGUE